Adolfo Urso Made in Italy

Il Made in Italy, sinonimo di qualità e prestigio nel mondo, è destinato a un nuovo rinascimento grazie all’entrata in vigore della legge quadro sul settore. O almeno è questo l’obiettivo del ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, che ha delineato le strategie chiave per potenziare le filiere produttive italiane e consolidare la leadership del Paese nell’ambito industriale.

“Con l’entrata in vigore della legge quadro sul Made in Italy si rafforzano ancora di più le filiere produttive italiane”, afferma Urso, sottolineando l’importanza di queste nuove disposizioni legislative nel promuovere e proteggere il patrimonio industriale nazionale.

Fondo sovrano e giornata del Made in Italy 

Tra le iniziative principali, spiccano la creazione di un fondo sovrano focalizzato sulle materie prime critiche, l‘istituzione del liceo del Made in Italy e la creazione di una Fondazione dedicata alla formazione delle competenze nel settore. Inoltre, viene annunciata l’istituzione della giornata del Made in Italy il 15 aprile, un’occasione speciale per celebrare l’eccellenza italiana e promuovere i suoi prodotti sul mercato internazionale.

“La strada da percorrere per affermare sempre più la leadership del nostro Paese è tracciata”, sottolinea il ministro Urso, evidenziando l’importanza di queste iniziative nel contesto attuale, caratterizzato da una complessa geopolitica e dalla necessità di affrontare le sfide della transizione verde e tecnologica.

Urso riconosce il ruolo cruciale del tessuto imprenditoriale italiano, che ha dimostrato resilienza durante le recenti crisi e ora è chiamato a confrontarsi con una globalizzazione in continua evoluzione. Attraverso la cabina di regia per l’internalizzazione al Ministero, il governo si impegna a sostenere attivamente le imprese italiane, promuovendo una politica di supporto e promozione sia a livello strategico che attraverso misure concrete di sostegno pubblico.

____________________________________________

Per restare sempre aggiornato, segui i nostri canali social Facebook, TwitterLinkedIn